Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 24 marzo 2006

I leckerli di Basilea

I leckerli sono la specialità dolce di Basilea. Un impasto ricchissimo in mandorle e canditi, profumato di spezie e miele. Nelle vetrine delle pasticcerie si possono ammirare infinite variazioni di questi dolcetti. Vi scrivo la mia versione, che mi venne ispirata dal maestro pasticcere svizzero Luciano Mignami, purtroppo deceduto qualche anno fa in seguito ad un incidente alpino. Un grazie sentito.In famiglia ne andiamo ghiotti, tanto è vero che ne ho fatto un'infornata proprio stamattina, anche se il periodo ideale per la loro degustazione sarebbe quello natalizio.



BASLER LECKERLI (Leckerli di Basilea)


450 g di miele di millefiori o anche di acacia, purché nostrano
400 g di zucchero
400 g di mandorle sbucciate e tritate grossolanamente
150 g totali di scorze d'arancia e di cedro candite
10 g di cannella in polvere
5 g di miscela di noce moscata e chiodi di garofano in polvere
500 g di farina
50 g di Kirsch
2 bustine di vanillina
2 pizzichi di sale

Per la ghiaccia all'acqua
Portare ad ebollizione 250 g di zucchero con 80 g di acqua, continuare la cottura per 5 minuti. Usare subito questa ghiaccia (ben calda).

Esecuzione
Riscaldare il miele con lo zucchero fino ad ottenere una miscela liquida ed omogenea. In una larga terrina mescolare tutti gli altri ingredienti (meno il Kirsch), versarvi sopra il composto ancora caldo, mescolare, aggiungere il distillato e impastare brevemente.Rovesciare la massa (che sarà piuttosto appiccicosa) su una placca ricoperta da un foglio di carta forno, lasciandola brevemente intiepidire per poterla meglio lavorare. Cominciare a stendere il composto con le mani inumidite.Coprire con un secondo foglio di carta forno e, aiutandosi con un matterello, stenderlo ad uno spessore uniforme, occupando tutto lo spazio della placca.E' un'operazione un po' faticosa ma occorre procedere con precisione per ottenere dei dolcetti di forma regolare. Togliere il foglio di carta dalla superficie, pareggiare bene e cuocere nella parte bassa del forno, preriscaldato a 180°C, per circa 14-15 minuti.L'impasto deve diventare un bel marroncino dorato.Non va assolutamente cotto di più perché diventerebbe amaro. Subito dopo la sfornata pennellare più volte la superficie con la ghiaccia all'acqua. In breve si formerà una candida camicina.Con sveltezza suddividere in quadretti o piccoli rettangoli, prima che il tutto si raffreddi.Durano parecchio tempo, se conservati in scatole di latta ben chiuse.


Tutte le fasi di preparazione dei leckerli le potete vedere su questo post.

7 commenti:

  1. Dopo la terza volta che uso la tua ricetta dei leckerli volevo ringraziarti li adoro e li adorano tutti in famiglia

    RispondiElimina
  2. Grazie, Cocò. Mi fa molto piacere sapere che qualcun'altro condivide la mia passione per i leckerli di Basilea. In confidenza, e non ti sembri superbia la mia, trovo più buoni questi leckerli casalinghi rispetto a quelli venduti nelle pasticcerie svizzere, dove le mandorle e i canditi si trovano cercando con la lente d'ingrandimento... ;)
    un abbraccio e Buone Feste
    eugenia

    RispondiElimina
  3. Ciao li ho regalati anche agli amici per Natale e li hanno trovati deliziosi W i leckerli

    RispondiElimina
  4. Ciao sono sempre io spero non ti dispiaccia se ho inserito la tua ricetta nel mio blog con il collegamento al tuo,http://www.saleepepequantobasta.com/2008/12/biscottini-delle-fiabe-e-leckerli-di.html grazie ancora per questa meravigliosa ricetta

    RispondiElimina
  5. Non solo non mi dispiaccio, ma ne sono onorata e felice: è davvero bello potere condividere una ricetta di successo e avere conferma del risultato positivo. Ti ringrazio tantissimo del riscontro, ce ne fossero persone corrette come te...

    un abbraccio e tanti auguri di Buone Feste
    eugenia

    RispondiElimina
  6. Io li devo ancora fare x una ricerca sulle città attraversate dal fiume Reno... mi potete dire quanto tempo ci si mette x farli x favore????!!!!

    RispondiElimina
  7. Tra una cosa e l'altra (preparazione, cottura, glassatura finale) ci vorrà circa 1 ora, 1 ora e mezza.

    RispondiElimina