Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

sabato 13 gennaio 2018

Capesante al burro aromatico, patate dolci e bok choi

La descrizione della ricetta e' lunga ma l'esecuzione e' molto semplice. Personalmente, mi piacciono tutte le preparazioni che hanno come protagonista le capesante; la loro consistenza morbida e il loro sapore abbastanza neutro si avvantaggiano di cotture brevi e accostamenti aromatici particolari. L'idea l'ho presa dalla sezione "cucina" del sito del New York Times (ricetta di David Tanis), apportando qualche aggiustamento. Si serve come antipasto. 

CAPESANTE AL BURRO AROMATICO, PATATE DOLCI E BOK CHOI
Ingredienti per 4 persone
8 o 12 noci di capasanta, senza corallo
1 grossa patata dolce
2 cespi di bok choi (cavolo cinese)
olio extravergine
sale
pepe nero, appena macinato

Per il burro aromatico
3 cucchiai di burro, morbido
scorza di 1 lime, grattugiata
1 cucchiaino colmo di zenzero fresco, grattugiato
succo di 1/2 lime
q.b. di peperoncino rosso fresco (del tipo poco piccante)
un pizzico di sale

Preparare il burro aromatico mettendo in una ciotola il burro, lasciato fuori dal frigo per una decina di minuti, giusto il tempo di ammorbidirsi. Lavorarlo con di rebbi di una forchetta, aggiungendo la scorza e il succo del lime, lo zenzero, un pizzico di sale e un po' di peperoncino fresco, privato di semi e filamenti e tagliato a dadini. Mescolare tutto con cura, poi  formare un cilindretto con l'aiuto della pellicola per alimenti, Conservarlo in frigo fino al momento dell'uso. 
Lavare con cura la patata dolce, mantenendo la buccia. Tagliarla a metà  orizzontalmente e ogni metà dividerla verticalmente in quattro spicchi . Disporre i pezzi in una teglietta; condirli con un pizzico di sale, una macinata di pepe e un filo d'olio. Cuocere in forno a 190 gradi per 30'. 
Tamponare con carta da cucina le noci di capasanta. Spolverarle con un pizzico di sale su ambo i lati. Scottare, in poca acqua bollente, il bok choi. Procedere prima con i gambi, che si saranno tagliati a bastoncini per il lungo, lessandoli per 4 minuti circa. Unire anche le foglie, tagliate a julienne, e proseguire la cottura per 30 secondi. Scolare con cura, poi ripassare in padella con un filo d'olio, solo per riscaldarli.
Scaldare un padellino antiaderente, appena unto d'olio. Quando sarà bollente, adagiarvi le noci di capasanta. Cuocerle per un paio di minuti su di un lato, poi girarle e cuocerle per un altro minuto.  Toglierle dalla padella e suddividerle nei piatti individuali, riscaldati. Nello stesso padellino, far sciogliere il burro aromatico e versarlo immediatamente sopra le capesante. Contornare con gli spicchi di patata dolce e il bock choi e servire.
Annota bene: se dovesse avanzare del burro (non conviene farne una quantità minore), utilizzarlo per cuocervi dei gamberoni.

giovedì 11 gennaio 2018

Ciambellone 4/4 alla panna

Il classico dolce adatto alla colazione o alla merenda dei ragazzi, specie se accompagnato da una tazza di caffè o di te'. Questa volta ho utilizzato un bellissimo stampo ricevuto in regalo due Natali fa da mia figlia Giulia e devo dire che l'effetto e' notevole. 

CIAMBELLONE 4/4 ALLA PANNA
Ingredienti
4 uova
250g di zucchero
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
1 pizzico di sale
250ml di panna fresca
250g di farina autolievitante
2 cucchiai di rum
3 cucchiai di latte
3 cucchiai di cacao amaro
Procedimento
Accendere il forno e portarlo a 180 gradi. Mettere nella ciotola dell'impastatrice le uova e, con la frusta a gomitolo, cominciare a sbatterle. Unire, piano piano, lo zucchero, il sale e la vaniglia, montando fino ad ottenere una massa gonfia, soda e chiara. Unire a filo la panna poi abbassare la velocità al minimo e aggiungere, lentamente, la farina autolievitante. Profumare il composto con il rum. Ungere di burro uno stampo a ciambella e cospargerlo molto leggermente con della farina, facendone cadere l'eccedenza. Versare 3/4 di impasto nello stampo. Al rimanente, aggiungere il cacao, setacciato, e tre cucchiai di latte. Versare a cucchiaiate sopra l'impasto chiaro, facendolo leggermente affondare. Cuocere in forno caldo per 40 minuti. Sfornare e capovolgere lo stampo su una gratella. Attendere cinque minuti prima di sformare.

mercoledì 27 dicembre 2017

Crostoni alla francese con spinaci, pancetta ed emmental

Uno snack appetitoso che può funzionare anche come antipasto in un pranzo o cena casalinghi. Un mix di ingredienti indovinato, dove il tocco agro della senape stempera l'untuosità del formaggio. Come ha detto la mia amica Isolina di AAA: "sono come dei coque-monsieur, ma più ricchi". 

CROSTONI ALLA FRANCESE 
con spinaci, pancetta ed emmental

Ingredienti per 4 persone
4 fette di pane integrale (o bianco), fatte tostare molto leggermente
senape di Digione q.b.
150g di foglie tenere di spinaci, appassiti brevemente in padella con un filo d'olio e strizzati benissimo
pancetta tesa, tagliata a bastoncini e fatta dorare in padella con un filo d'olio
emmental francese (Entremont), tagliato in 4 fette

Procedimento
Si spalmano le fette di pane con un velo di senape;  vi si distribuiscono sopra gli spinaci, i bastoncini di pancetta e le fettine di emmental. Si pone tutto sotto il grill il tempo di sciogliere il formaggio. Ricetta largamente ripresa dal sito del New York Times, sezione cucina.

martedì 26 dicembre 2017

Pappardelle al radicchio tardivo

In questi giorni a cavallo tra le varie festività, quando le dispense e i frigoriferi traboccano di prodotti alimentari, può essere interessante approfittare di una verdura di stagione, buona come il radicchio, per approntare un primo piatto veloce e gustoso. Questa ricetta, solo lievemente rimaneggiata, l'ho presa dal mensile La Cucina Italiana (novembre 1997) e posso dire che ha soddisfatto i nostri palati.
PAPPARDELLE AL RADICCHIO TARDIVO
Ingredienti per 3 persone
250g di pappardelle fresche di pasta all'uovo
200ml circa di latte fresco, intero
2 cespi di radicchio tardivo (radicchio rosso di Treviso IGP)
70g circa di pancetta tesa
1/2 cipollina
30g di burro
1 bustina di zafferano
sale
parmigiano grattugiato

Procedimento
Mettere a bollire l'acqua per la pasta. Tritare finemente la cipolla. Tagliare a striscione la pancetta, privata della cotenna. Lavare e sgrondare il radicchio; tagliarlo in una julienne non troppo sottile. Sciogliere in padella il burro; unire la cipolla e la pancetta e lasciar rosolare per qualche minuto, senza  far colorire. Aggiungere il radicchio e farlo leggermente appassire. Unire anche lo zafferano; salare con moderazione e, subito dopo, versare il latte. Portare a bollore e far addensare la salsa. Cuocere le pappardelle in acqua bollente salata e scolarle ancora leggermente al dente. Spadellarle  brevemente nel condimento e servirle cosparse di parmigiano.
Annota bene: nella versione de La Cucina Italiana venivano indicati i tagliolini. Siccome, a parere mio, questo formato ha il difetto di ammassarsi rapidamente senza rimedio, ho preferito scegliere delle pappardelle ruvide, che hanno conservato perfettamente la loro struttura.

lunedì 25 dicembre 2017

Buon Natale


Buon Natale ai lettori della Belle Auberge. 
La gioia di questo giorno vi accompagni per tutto l'anno.

Gerrit van Honthorst (Gherardo delle Notti) 1590-1656 
Adorazione del Bambino, 1620  
Galleria degli Uffizi, Firenze

"Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di serbarlo dentro di me per tutto l'anno".

Charles Dickens da "Canto di Natale".